Tumore alla Prostata. Riconoscerlo e prevenirlo


La prostata è una ghiandola che fa parte dell’apparato genitale maschile e ha il compito di produrre e immagazzinare il liquido seminale. Il tumore alla prostata ha origine dalle cellule presenti all’interno della ghiandola, che cominciano a crescere in maniera incontrollata.

Il cancro alla prostata è il secondo tumore maschile, la seconda causa più comune di mortalità negli uomini: in Italia circa 1 uomo su 8 ha probabilità di ammalarsi di questa patologia nel corso della vita. Nel 20-30% delle persone con più di 50 anni e nel 70% degli ottantenni la malattia si presenta in forma latente, con assenza di sintomi.

Attualmente l’unico modo per prevenire il tumore alla prostata è quello di seguire un corretto stile di vita:

  • segui un’alimentazione equilibrata – aumenta il consumo di frutta, verdura, cereali integrali e riduci quello di carne rossa e di cibi ricchi di grassi saturi, come il formaggio;
  • tieniti in forma facendo attività fisica: 30 minuti al giorno sono sufficienti, anche solo di camminata a passo sostenuto;
  • sottoponiti annualmente ad una visita urologica, in particolare se hai superato i 50 anni d’età o in caso di familiarità con la patologia.

Nella maggioranza dei casi, la diagnosi di tumore alla prostata si affida agli esami di screening. In presenza di sintomi sospetti si consiglia di fare una visita urologica e misurare il PSA (antigene prostatico specifico), un esame consigliato in particolar modo a chi ha un parente consaguineo già ammalato di questa patologia e a tutti gli uomini a partire dai 50 anni.

Il tumore alla prostata è spesso caratterizzato da una iniziale assenza di sintomi. Ecco alcuni “campanelli d’allarme” che non vanno sottovalutati:

  • costante necessità di urinare;
  • indebolimento del getto urinario;
  • dolore quando si urina;
  • presenza di sangue nelle urine.