Novembre azzurro, mese della salute maschile e della prevenzione del tumore alla prostata.


news / Novembre Azzurro

E se Ottobre è rosa Novembre, per par condicio, è azzurro: dedicato alla prevenzione sul tumore alla prostata e alle patologie dell’apparato genitale, a tutte le età.

L’obiettivo della campagna è di promuovere la salute e il benessere maschile riducendo sensibilmente il divario di conoscenza e controlli rispetto alle donne, che sono molto più sensibili e attente alla loro salute grazie a una maggiore prevenzione e a stili di vita e abitudini più sani. 

1 uomo su 8 potrebbe ammalarsi di tumore alla prostata nel corso della propria vita, ma l’80% degli uomini non si è mai sottoposto ad una visita specialistica in campo urologico. 
Una corretta prevenzione necessita invece di controlli costanti nel tempo e soprattutto di determinazione nel non rimandarli, nonostante la vita frenetica e gli inutili tabù che spesso emergono.
Per questo è fondamentale invertire la rotta e far sì che anche gli uomini si informino maggiormente, con più senso critico e consapevolezza, e comprendano l’importanza dei controlli e della diagnosi precoce, che vale a tutte le età, per tutte le patologie e per entrambi i sessi.

Diverse indagini, anche internazionali, hanno dimostrato su vasta scala che gli appartenenti al genere maschile, in qualsiasi fascia d’età, tendono ad andare dall’Urologo solo quando il problema è diventato intollerabile. 
Quello alla prostata è il tumore maschile più diffuso a partire dai 50 anni d’età e nel 2020 sono attesi circa 36mila nuovi casi in Italia. Fortunatamente oltre 8 pazienti su 10 sono vivi 10 anni dopo la diagnosi, tanto che ben 564mila connazionali vivono oggi con una pregressa diagnosi di carcinoma prostatico. La ricerca e l’innovazione scientifica hanno fatto grandi progressi, posizionando il paziente oncologico al centro del percorso diagnostico e degli approcci terapeutici. Ciò non solo ha permesso di migliorare le terapie, ma anche di offrire trattamenti personalizzati per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti. Ma, per poter ambire a guarire e a continuare a vivere bene dopo la scoperta della malattia è fondamentale fare prevenzione, sottoporsi ai controlli e scoprire l’eventuale neoplasia allo stadio iniziale.

Il nostro consiglio è di prenotare subito un appuntamento per un controllo da un medico specialista, far sì che la prevenzione diventi un’abitudine costante nel tempo e migliorare la propria qualità della vita evitando vita sedentaria, obesità, abuso di alcool e fumo.Il tuo benessere è la nostra missione, chiedici consiglio in Farmacia!